Avvia un'attività di Acquatrekking

I corsi d’acqua che si prestano a diventare un percorso acquatrekking sono innumerevoli e distribuiti in tutte le regioni italiane.

Come avviare un’attività di acquatrekking

In Italia i corsi d’acqua che si prestano a diventare un percorso acquatrekking sono innumerevoli e distribuiti in tutte le regioni italiane, ma devono avere delle caratteristiche ben definite:

la portata non deve essere troppo sostenuta

In generale non deve superare i 500 l/s, in modo tale che anche i bambini o persone con scarsa preparazione fisica non corrano rischi

il corso d’acqua non deve presentare salti d’acqua superiori a 3 metri

Non è torrentismo ma un’attività adatta a tutti

il letto del fiume o torrente deve essere composto da massi, ciottoli e sabbia

In questo modo si evita di intorbidire e rendere pericoloso il corso d’acqua

non devono essere presenti buche o pozze con profondità superiore a 1,5 metri

Può essere pericoloso affrontare buche e pozze con la tuta

le sponde non devono essere troppe ripide o presentare dei versanti o parti di essi

In tal modo si evitano massi o pietre non in equilibrio che possano rotolare e cadere trasformandosi in un pericolo per chi stia praticando l’attività

il corso d’acqua scelto non deve essere posizionato a valle di un invaso artificiale

Il livello della portata potrebbe innalzarsi in maniera improvvisa
L’acquatrekking solitamente si svolge controcorrente.

Si affronta il fiume solo ed esclusivamente con la forza delle gambe, senza l’ausilio di corde, imbrachi per la progressione, per superare le pozze o le cascate di acqua che si incontrano lungo il percorso.

La risalita viene fatta coordinando la forza delle gambe a quella delle braccia.

Le guide conosceranno perfettamente ogni punto del percorso in modo da spiegare come superare l’ostacolo in totale sicurezza.

L’attività di acquatrekking è un’attività da svolgere solitamente da aprile a ottobre, nella stagione primavera/estate.

Molto importante è evitare le giornate molto piovose e in particolari i giorni estivi, quando si sviluppano forti temporali pomeridiani che possono innalzare velocemente e pericolosamente il livello e la portata del corso d’acqua che stiamo risalendo.

In caso si venga sorpresi da un aumento improvviso della portata del torrente o del fiume che si percorre, ci si deve subito mettere in sicurezza allontanandosi dal corso d’acqua il prima possibile e rinviare la risalita.

Acquatrekking è un’attività ecologica ed ecocompatibile.

L’acquatrekking è un modo di vivere la natura in completa fusione con l’ambiente.

Praticando acquatrekking in un territorio si svolge anche un’importante funzione ecologica, monitorando lo stesso e segnalando eventuali zone che richiedono interventi di risanamento.

Inoltre è un’attività di promozione della salvaguardia ambientale e di valorizzazione del territorio.

I vantaggi dell’adesione al marchio Acquatrekking ®

Da Maggio 2012 Acquatrekking è un marchio registrato all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (U.I.B.M.) e da Aprile 2014 esiste la prima Scuola Italiana Acquatrekking (SIAT), nel Parco Nazionale del Pollino, nata per diffondere la pratica dell’acquatrekking in tutta Italia. Aderendo al Marchio Acquatrekking il Comune avrà i seguenti vantaggi:

Gli account social di Acquatrekking contano, al momento:
5mila followers su Facebook;
oltre mille su Instagram;
10mila iscritti alla newsletter;
100mila accessi annui al sito.

In particolare, su acquatrekking.it, online già da diversi anni e nelle prime posizioni per le parole chiave inerenti all’attività, oltre alle attività proposte, si potranno caricare:
una scheda/landing page del borgo/comune che aderisce, contenente le informazioni turistiche e un form dei contatti compilando il quale l’utente invia la richiesta di informazioni/prenotazione direttamente al comune interessato;
tutte le attività turistiche ricettive presenti nel Comune aderente (hotel, B&B, ristoranti, agriturismi, ecc.)

I numeri sopra menzionati sono di sicuro utili per iniziare una campagna marketing che coinvolgerà anche i territori che aderiranno.

Le guide saranno sentinelle sul territorio. Praticando Acquatrekking su un fiume, il territorio e le acque vengono costantemente monitorate, segnalando eventuali zone dove si richiedono risanamenti. Le guide terrano pulito il tratto del fiume dove si svolge l’attività.

L’attività di Acquatrekking, di alto valore naturalistico/ambientale, ben integrato nel contesto dell’offerta turistica di un territorio, rappresenta un passo fondamentale per lo sviluppo di una moderna concezione di “prodotto turistico” collegato all’escursionismo, capace di interessare un target che coinvolge migliaia di potenziali fruitori.

Nello specifico, il progetto avrà ricadute ambientali sul tuo territorio: il progetto intende valorizzare siti e percorsi antichi e antichissimi, dalla forte valenza storico-culturale, promovendo così nuove forme di turismo eco-compatibile (turismo naturalistico, didattico e culturale).

Con l’Acquatrekking i benefici sono molteplici, non solo per l’ambiente ma anche per il corpo: è un’attività sportiva svolta a stretto contatto con la natura e con l’acqua ed entrare nelle pozze con i S.A.W. porta un notevole beneficio poiché la tenuta stagna della tuta porta alla compressione sul corpo, che spesso si traduce in una pressoterapia molto utile per rassodare le gambe e i glutei.

L’utilizzo del marchio Acquatrekking non potrà essere dato ad un comune vicino (solo a comuni con distanza di almeno 20 km): pensiamo che ciò possa rappresentare un’opportunità unica per ogni comune aderente che, in tal modo, avrà l’esclusiva nel proprio territorio, cogliendo tutte le possibilità e i benefici sopra descritti.

L’acquatrekking genera ricadute non solo economiche ma anche sociali in un territorio: consente un incremento delle presenze turistiche e dello scambio turistico, con vantaggi nel settore ricettivo, commerciale, artigianale e agricolo, con la stimolazione di nuovi sbocchi occupazionali nel settore turistico e nelle filiere tipiche locali per i giovani e favorendo nuove occasioni di lavoro.

Saranno coinvolti tv e giornali di stampo nazionale, al fine di utilizzare l’acquatrekking per per promuovere e far conoscere le bellezze dell’area in cui intendete avviare la vostra attività.

avvia la tua attività

Avvia l’attività di acquatrekking nella tua regione: oltre a valorizzare un fiume o un torrente, potrai promuovere il tuo territorio e le attività turistiche e commerciali che vi operano.

Aiuta il tuo territorio a crescere con un incremento delle presenze turistiche e a vantaggio del settore ricettivo, commerciale, artigianale e agricolo.

Accettazione Privacy Policy

9 + 4 =